Newsletter ProRock Outdoor 3 – 2024: PROSSIMI PROGRAMMI “SKIALP”

Lo scialpinismo è una nostra grande passione….molti lo reputano ed in effetti è uno sport decisamente faticoso, ma se vi si arriva per gradi, con un allenamento mirato, è facile rimanere stregati proprio dalla magia della salita: sempre fuori dagli itinerari consueti, via dagli impianti di risalita, via dagli elicotteri del free-ride, solo silenzio, condivisione, riflessione.
Niente di meglio in un periodo in cui si parla molto di sostenibilità: è una disciplina sciistica/alpinistica che, mediante l’utilizzo di sci e attacchi creati ad hoc, pelli di foca (sintetiche!), e sistemi di protezione anti-valanghe permette di muoversi in montagna durante i periodi di innevamento, sia in risalita che in discesa, come attività a sé stante o come modalità di avvicinamento invernale a percorsi alpinistici.

A brevissimo (9-16 Aprile) è in partenza il gruppo diretto in Norvegia, nella zona di Tromso e delle Lyngen Alps, ai confini del circolo polare artico (ancora un paio di posti disponibili last second causa disdetta!)
https://prorockoutdoor.it/product/scialpinismo-in-norvegia-tromso-e-le-lyngen-alps/

ma sono molte altre le nostre proposte, che cerchiamo di modulare costantemente in base alle condizioni meteo sempre piu avare di neve alcune già oin calendario:
https://prorockoutdoor.it/product/scialpinismo-sul-gran-sasso/

https://prorockoutdoor.it/product/scialpinismo-al-monte-rosa/

https://prorockoutdoor.it/product/scialpinismo-in-oberland/

Inoltre è sempre costante è la nostra ricerca di nuove mete: Il desiderio di viaggiare e visitare posti inusuali con la scusa di fare scialpinismo permane: lo sci è la scusa, l’importante è il viaggio
Michel Parmentier (scialpinista viaggiatore)
Quest’anno la scelta è stata il Kossovo un  paese a noi vicino di cui si sa poco e, a torto, giudicato spesso pericoloso o poco raccomandabile. Il Kossovo non è una meta turistica e lo si associa solo alle recenti tragedie balcaniche. E’ il più giovane stato d’Europa (la dichiarazione d’indipendenza è del 2008) e la sua storia recente è alquanto travagliata. Dopo i bombardamenti NATO del ‘99 per difendere gli albanesi dai serbi, che reputano il Kossovo parte del loro paese, la regione è diventata un protettorato ONU ed è tuttora presidiata dalla forza multinazionale KFOR presente schierata a difesa dei luoghi simbolo (chiese e monasteri) dei serbi ortodossi. La maggioranza della popolazione è albanese di religione mussulmana.
Noi non abbiamo avuto problemi di nessun tipo, anzi abbiamo trovato un terreno di avventura, ancora incontaminato dal turismo di massa ed è molto particolare andare in gita e trovare i militari di diverse nazioni in missione.

Trovi qui un piccolo report della nostra esperienza, con la Guida Alpina Franco Laudanna del Guerra, seguiteci per le date del prossimo anno!

Scialpinismo valle aurina powder Jimmy

. articolo archivio Prorock francolaudanna

it_IT
Apri la chat
1
Avvia una chat
ProRock Chat
Ciao 👋
Come possiamo aiutarti?